il pitecantropo

Ecco cosa succede a perdere il treno dell'evoluzione

Ignoranti Veg: i Dubbi più Comuni


Ignoranti Veg: i Dubbi più Comuni.

Facciamo un passo indietro: giorni fa, cazzeggiando fra i post che wp mi segnala, mi imbatto in uno sproloquio senza capo ne’ coda in cui, per giustificare una propria imposizione alimentare verso un animale, si affermano alcune teorie zoologico-evoluzionistiche che Carlo Darwin è morto invano e Linneo è una pippa.

In particolare, si afferma senza tema di smentite, che “dopo 60 mila anni di adattamento alla vita con l’uomo […] appare chiaro che il cane è un onnivoro e non un carnivoro puro”. Sorvoliamo tranquillamente sulle profonde conoscenze di anatomia comparata che vengono esposte per sostenere questa cazzata (ovviamente l’autorevolezza dell’affermazione non è avvalorata da una-fonte-una, ma è espressa con un perentorio grassetto, quindi fatevelo bastare). Però la cosa mi sta a cuore, voglio dire sui cani ci ho fatto tesi di laurea e la classificazione linneana è una cosa fatta come si deve, quindi respect, please! E siccome è dai tempi di quel bastardo di Gandal che i vegani mi fanno paura, mi sono armato di pazienza, civiltà e rispetto e ho fatto presente che le cose non stavano affatto così. Ovviamente, visto il loro amore universale verso ogni forma di vita presente nella galassia, non mi hanno cacato di pezza (sono ingenui, in fondo, e se parlassi di censura mi parrebbe di sovrastimarli). Per la cronaca avevo evidenziato che:

La dentatura di un cane è omologa a quella di tutti i suoi amichetti (dalla donnola alla foca) dai canini lunghi lunghi e dai molari taglienti taglienti, la cui funzionalità si può ridurre a: afferra la preda e spezza le ossa.

Ovviamente il fatto che un carnivoro X, facciamo il cane, possa mangiare anche tofu e germogli di alfa alfa, questo non fa di lui praticamente un vegetariano (Bad Motherfucker 1998) ne’ tantomeno un onnivoro.

Ma siccome non mi piace vincere facile, ho espresso anche il desiderio che forse sarebbe ora di finirla di imporre agli altri le nostre scelte, condivisibili o meno, ma fatte da adulti consenzienti. Quindi se sei una madre crudista e fruttariana che impone a suo figlio la stessa filosofia nazista naturista -o come cazzo si chiama- per me dovrebbero toglierti la patria potestà. Cosa che invece non si può reclamare nei confronti di chi, proiettando su un essere privo di scelta le proprie convinzioni, lo svilisce di quella naturale dignità che ci ha fatto reciprocamente avvicinare da qualche migliaio di anni. Per loro basta la definizione di ignoranti.

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Ignoranti Veg: i Dubbi più Comuni

  1. E tu torni a scrivere senza avvisare la famiglia e gli amici?
    MJCoe

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

lemargheritine

Help us! We don't want to be bad

Il blog di GreenActions

Opportunità di innovazione per le imprese che scelgono la sostenibilità

Emotional Mapping of Museum Augmented Places

Augmented Reality for Arts and Education

CINEMANOMETRO

recensioni film fantascienza, horror, mostri e amenita varie

Rem tene, verba sequentur. O anche no?

ci penso dopo. [Il club delle disfunzionali]

Rillipick

e il teorema della scimmia instancabile

pizza e cimena

personalissime considerazioni su film e serie tv

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: